venerdì 15 ottobre 2010

Confettura di mele cotogne



Sopra i fiori delle mele cotogne a primavera e sotto le mele con le quali ho fatto questa confettura.


Ingredienti

mele cotogne 1 kg
zucchero di canna 4 etti
vaniglia un baccello
lime succo di 2


Preparazione

Dopo aver pulito le mele tagliarle a pezzi e frullarle in modo da ridurle in pezzi piccoli e metterli a cuocere con mezzo bicchiere d'acqua. 
Dopo 20 minuti aggiungere lo zucchero e i semini della vaniglia (ho diviso il baccello in due per lungo e con la punta di un coltelo raschiato i semini neri).
Far cuocere ancora per circa mezz'ora. Cinque minuti prima di spengere aggiungere il succo dei due lime.
Mettere nei vasetti precedentemente lavati e “disinfettati” (mettere del rhum dentro, chiudere, agitare e poi scolare).
Lasciare raffreddare i vasetti capovolti e avvolti in un plaid fino al giorno dopo (così si raffreddano lentamente).



Con questa ricetta partecipo al contest "le mani nella marmellata" del blog di Antonella "Il luppolo selvatico".









                                                          











.

23 commenti:

  1. la adoro...sei stata bravissima!!! mia mamma la fa semore, anche quella più dura da fare a pezzetti!!! compliments

    RispondiElimina
  2. Rossella! L'ho invasata in questo momento!! Ed è lì capovolta che crea sottovuoto! Però le tue mele cotogne sono bellissime!!! Le mie erano storte ed un po'.....abitate....^_^..sai senza trattamenti questo frutto è ambito da chi non vorremmo!! e ci vuole un po' di pazienza nel selezionare la polpa, peò come ben sai il lavoro premia! *_^. Io una volta riempito il vasetto ci metto qualche goccia di brandy, tappo e capovolgo.
    bacini

    RispondiElimina
  3. Ciao Rossella, ho sempre desiderato saperla fare!! ti rimgrazio tantissimo per la ricettina!! un bacione e complimenti tesò, :D

    RispondiElimina
  4. Ciao Carissima Rossellina complimenti per questa bella ricettina, sara' buonissima:) buon fine settimaa baci rosa a presto

    RispondiElimina
  5. L'adoro, primo perchè mi piace il suo gusto così delicato, secondo perchè è legata a ricordi bellissimi di me piccina, mamma la faceva sempre...

    RispondiElimina
  6. meravilgiosa.. a furia di vederla nei vari blog mi sa che mi tocca farla... e poi anche a me ricorda quando ero piccola.. un bacio

    RispondiElimina
  7. Buondì Rossella, scopro solo grazie a te che i fiori delle mele cotogne sono bellissimi... quanto sono tristemente cittadina! Mi piace tantissimo anche l'etichetta con la tua foto che hai messo al barattolo *_* tu mi spingi a darmi alle marmellate!!

    Bacini,

    RispondiElimina
  8. cara assolutamente una delizia impagabile!lo sai che adoro le marmellatine e questa deve essere veramente tosta!buon week!

    RispondiElimina
  9. Ciao, Rossella !!!!!!!!!!!!!
    Slurp e sgnam, adoro l'autunno...
    ...anche x questo !!!!!!!!!!!!!!

    Un gran bacione, grazie x la ricettina !

    Maddy

    RispondiElimina
  10. Ciao Rossella una bella e buona marmellata con vaniglia ..lime , non capisco perchè non le trovi facilmente dalle mia parti queste belle mele , baci

    RispondiElimina
  11. il rum nel vasetto è una bella novità! ho approfittato della visita per segnarmi la torta di ceci visto che ho un residuo di farina che giace in dispensa e quegli gnocchi particolarissimi che mi incuriosiscono da morire!! bacione

    RispondiElimina
  12. Ciao Rossella, complimenti per il tuo golosissimo blog! Ben trovata a te
    Daria

    RispondiElimina
  13. Quando era bambina questa era la sola marmellata che rubavo sempre dal fondo della credenza e delle altre non mi importava niente. Ma qui in India non ho mai visto le cotogne, non credo sia un frutto tropicale. Ciao.

    RispondiElimina
  14. Che meraviglia i fiori, le mele e la marmellata! L'idea di disinfettare col rhum mi è proprio nuova, grazie! Bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  15. MA CHE CARINA LA MARMELLATA PREPARATA CON MELE COTOGNE E FIORI....IO POSSO ALLUNGARE UNA FETTONA DI PANE....

    RispondiElimina
  16. che bontà quella marmellata.interessante anche il metodo di sterilizzare i vasetti con il rum...Bravissima.Un bacio

    RispondiElimina
  17. Mmmhh!!buone le tue ricettine,
    mannaggia io sono perennemente a dieta,
    ma qualcosa lo copio lo stesso!!
    Comunque Bergamo non è lontana da
    Vicenza o Piazzola, dai ti aspetto!
    Un abbraccio Susy

    RispondiElimina
  18. Buona domenica Rossella, peccato che si trovino poco queste mele, dalle mie parti chi ha l'albero preferisce tagliarlo...l'ho fatta l'anno scoro con la vaniglia, veramente una delizia, bacio.

    RispondiElimina
  19. Che bontà le mele cotogne!!! ...dalla cotognata alla marmellata... tutte cose deliziose da fare!
    brava!
    un bacione!

    RispondiElimina
  20. Non sai quanto mi incuriosisce ....

    RispondiElimina
  21. Ciao Rossella, che voglia di stare in casa e preparere una buona marmellata, magari con mia madre e le mie due nipotine!^-^

    A presto

    Marica

    RispondiElimina
  22. Io di mele cotogne un giorno feci la cotognata.. credo di avere ancora l'incubo di tutto quell'appiccicaticcio ovunque..ma che bontà il risultato!!!
    Questa marmellata mi alletta molto...

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails