lunedì 10 dicembre 2018

Segnaposto natalizi


                                  

Anche quest'anno la sorpresa per i segnaposto della tavola di Natale è assicurata !

                                  

lunedì 3 dicembre 2018

Gelatine di peperoni e di sedano

                                 

Per accompagnare dei formaggi dal sapore deciso o per rendere spiritoso un piatto;  dei piccoli bocconcini dolci ma con il sapore di verdure che normalmente si mangiano salate....


Ingredienti

peperoni rossi di Carmagnola 2
sedano gr 300
zucchero gr 150+150
gelatina in fogli gr 10+10
sale olio


Preparazione

Estrarre il succo dei peperoni e poi del sedano. In mancanza di estrattore frullare la verdura e poi passare con un colino.
Sciogliere in due piatti diversi, in acqua fredda, gr 10 e gr 10 di gelatina in fogli.
Usare gr 200 di un succo, portarlo a bollore, aggiungere lo zucchero, un pizzico di sale, un cucchiaino di olio e far cuocere per alcuni minuti. Strizzare la gelatina e unirla al succo di verdura bollente e farla sciogliere bene.
Far intiepidire e poi mettere negli stampi del ghiaccio. Far raffreddare e mettere in freezer.
Quando servono tirarli fuori dal freezer qualche ora prima  e disporre sul piatto dei formaggi.




lunedì 26 novembre 2018

Costolette di agnello

                              

Ci sono ricette che si fanno semplicemente e non sembrerebbe importante parlarne ... se non fosse per un particolare che rende il piatto meritorio di memoria.


Ingredienti

Costolette di agnello
farina
albume d'uovo
polvere di nocciole
burro chiarificato
sale


Preparazione

Tostare le nocciole brevemente in forno e, una volta fredde, frullare fino ad ottenere una polvere di nocciole.
Togliere alle costolette le parti grasse, poi staccare la parte più alta della polpa della costoletta e lasciare attaccata all'osso solo la parte più bassa. Battere la carne per renderla più sottile.
Infarinare le costolette e poi passarle nell'albume sbattuto nel quale avremo messo un po' di sale.
Passarle nelle polvere di nocciole e friggere nel burro caldo.



sabato 17 novembre 2018

Pere Martin Sec

                              

Mia cognata Chiara cucina benissimo e questo è una sua ricetta;  è il dessert che ci ha offerto alla fine di una cena gustosa e affettuosa.  Metto la ricetta perchè voglio tenerla ben presente per poi rigustare queste piccole pere della tradizione piemontese ottime da cuocere ....


Ingredienti

Pere Martin Sec
zucchero
vino rosso
cannella 1 stecca
chiodi di garofano 4-5
limone la buccia di 1


Preparazione

Mettere le pere (lavate e con la loro buccia)  in piedi in una casseruola, poi mettere lo zucchero e il vino rosso fino ad arrivare quasi a metà dell'altezza  delle pere. Aggiungere la stecca di cannella, i chiodi di garofano e la buccia del limone.
Cuocere coperte per 25-30 minuti fino a quando la forchetta entri nelle pere senza problemi.
Togliere le pere e continuare a bollire il vino per ridurlo e poi togliere le spezie e il limone.




lunedì 12 novembre 2018

Cointreau

                                  

Un amico mi ha parlato della bontà del Cointreau fatto in casa: un liquore bianco e denso di sapore di arancia. Non potevo non provarci a farlo e l'ho pensato anche per qualche bottiglia come regalo di Natale.


Ingredienti

arance non trattate
alcool 95° 300 ml per vasetto
acqua 500 ml
zucchero gr 400


Preparazione

La conferma delle istruzioni ricevute l'ho trovata anche su Giallo Zafferano.
Legare l'arancia perchè possa rimanere sospesa nel vasetto di vetro sopra l'alcool. Oppure inserirla in una reticella da tenere sospesa nel vasetto. L'arancia non deve toccare l'alcool e nemmeno il vetro. Il vasetto o i vasetti devono rimanere in un luogo fresco e buio.
Tenere chiuso ermeticamente per 10 giorni dopo sostituire l'arancia vecchia con una nuova e lascarla sospesa per 16 giorni.
Scaldare l'acqua,  far sciogliere lo zucchero e far raffreddare.
Aggiungere lo sciroppo all'alcool di un vasetto e mescolare. Se necessario filtrare. 
Si può consumare... da subito !



lunedì 29 ottobre 2018

Il taglio del mango

                            

Ogni tanto mi ricordo che questo blog nasce con un intento didattico o comunque voleva (e vuole) essere un riferimento per mio figlio .... e allora anche questo post ha un suo perchè.
Vediamo come si può presentare un mango.

Tagliare il mango dalla parte più larga, sia da una parte e dall'altra, in modo da avere due porzioni di polpa senza il nocciolo centrale.
Fare dei tagli profondi in orizzontale e in verticale e poi spingere verso l'alto la parte inferiore.
Si mangia poi con coltello e forchetta.


                            



lunedì 22 ottobre 2018

Ravioli all'aglio nero con baccalà

                             

Sulle particolarità dell'aglio nero ho già parlato  qui.

Ingredienti 
per 35 ravioli

farina di grano duro gr 100
farina 00 gr 100
uovo 1
aglio nero 3 spicchi
baccalà filetto gr 200
latte di riso
cipolla
aglio
buccia di limone grattugiata
peperoncino
salvia 2 -3 foglie
sale e olio

Preparazione

Frullare gli spicchi di aglio nero con una tazzina da caffè di acqua.
Unire le farina, l'uovo e l'acqua con l'aglio nero, un pizzico di sale, impastare e lasciar riposare per circa un'ora.
In poco olio appassire un cucchiaio di cipolla tritata e una spicchio d'aglio (normale) tritato fine.
Aggiungere il baccalà tagliato sottile, far insaporire e poi aggiungere del latte di riso per continuare la cottura per circa un'ora. Alla fine il composto deve risultare abbastanza asciutto, frullare e far raffreddare. Se si vuole, per renderlo più pastoso, si potrebbe unire un cucchiaio di patata bollita e schiacciata a purè.
Tirare la pasta (io fino al livello 6) e mettere un cucchiaino di baccalà per ogni raviolo. Ritagliare e disporre su un vassoio spolverato di farina di grano duro.
Cuocere per qualche minuto in acqua salata dal bollore leggero e poi condire con olio scaldato  con mezzo cucchiaino di buccia di limone grattugiata, qualche foglia di salvia e un po' di peperoncino.

                                 




lunedì 15 ottobre 2018

Spaghetti con le vongole e aglio nero

                                

L'aglio nero in  Spagna è usato comunemente, da noi s'incomincia a vedere in alcuni piatti nei ristoranti.
E' un aglio cotto a bassa temperatura per più di un mese, il risultato è un aglio cremoso e  nero, altamente digeribile, con un sapore meno acuto del fresco, più dolce, e con grandi proprietà antiossidanti.


Ingredienti

spaghetti gr 200
vongole kg 1
aglio nero 4 spicchi
zenzero cm 2
peperoncino
vino bianco
olio e sale


Preparazione

Sciacquare le vongole e metterle in acqua e sale a spurgare per circa mezz'ora. Poi scolarle e sciacquarle
In una padella larga scaldare l'olio con gli spicchi di aglio nero un po' schiacciati, lo zenzero a fette e del peperoncino fresco e poi far cuocere le vongole coperte. Quando si saranno aperte aggiungere mezzo  bicchiere di vino bianco e continuare a cuocere per alcuni minuti col tegame scoperto.
Togliere le vongole e sgusciarle quasi tutte. Far restringere il liquido di cottura, aggiungere le vongole  e saltare in questo liquido gli spaghetti precedentemente bolliti.



Related Posts with Thumbnails