lunedì 12 febbraio 2018

Un po' si mare...



Sono a Maayafuchi , Maldive.  Per la seconda volta in questa isola che tanto ci era piaciuta....
Un caro saluto  ... riaggiornerò il blog al mio ritorno.




lunedì 5 febbraio 2018

Tartine finocchi e acciughe


Semplicemente il purè di finocchi va a sostituire il burro nell'accostamento con le acciughe. Leggero e comunque saporito.


Ingredienti

Finocchi
Acciughe sott'olio
Pane
olio, sale e pepe


Preparazione 

Bollire i finocchi e frullarli aggiungendo olio, sale e pepe.
Tostare il pane, mettere sopra il purè di finocchi e poi l'acciuga.



lunedì 29 gennaio 2018

Decoro Sacher torte


Ogni anno in questo periodo festeggiamo i compleanni di Davide e Ida con una torta Sacher, come sempre.  
Ogni anno mi sperimento in un decoro diverso. Questo il decoro dello scorso anno, e questo quello dell'anno precedente...
Quest'anno ho unito una crema di nocciole e cioccolato con del burro di cacao (100 gr del primo e 50 gr del secondo).

Mettere il burro di cacao in un sacchetto di plastica ben chiuso a bagno in acqua calda.
Quando sarà completamente sciolto amalgamarlo con la crema di nocciola e cioccolato.
Mettere qualche minuto in frigorifero per farlo solidificare un poco ... solo pochi minuti altrimenti, come ho fatto io, si dovrà ricorrere a pochi secondi di microonde per farlo sciogliere nuovamente.
E' un composto poco gestibile, basta il calore della mano per farlo sciogliere ma si solidifica anche rapidamente, ho dovuto semplificare il decoro ....
Il decoro una volta finito ha una bella solidità. 





lunedì 22 gennaio 2018

Torta dolce di finocchi



 Ingredienti
finocchi puliti gr 300
farina di mandorle gr 100
farina 0 gr 200
uova 3
zucchero gr 180
olio semi di girasole gr 90
bustina di lievito 1
baccello di vaniglia o un cucchiaino di estratto di vaniglia
limone, la buccia grattugiata di 1
 Preparazione
Pulire e tagliare  i finocchi sottilissimi  con la mandolina. Tritare finissima la buccia di limone e aggiungere uova e zucchero e montare sbattendo bene. Aggiungere la vaniglia, l’olio, le farine setacciate con il lievito, e le uova uno alla volta. Mescolare bene. Aggiungere al composto i finocchi e mescolare ancora.
Mettere in una teglia imburrata e poi infarinata e infornare, a forno caldo, a 170° per 50 minuti.


lunedì 15 gennaio 2018

Sorbetto di finocchi


Dopo un pranzo ricco il dolce sarebbe eccessivo, ma come si fa a finire un pranzo in compagnia senza il dolce ? 
Questo è un sorbetto delicato, digestivo e curioso.  Servirlo accompagnato da due ciliegie sciroppate e  un amaretto.


Ingredienti

Finocchi puliti gr 400
Soluzione di acqua e zucchero gr 250
Estratto di vaniglia 1 cucchiaino


Preparazione

La soluzione di acqua e zucchero per gelati ha una proporzione di 1 litro di acqua e 750 gr di zucchero, per la ricetta basterà preparare 200 gr di acqua e 150 gr di zucchero.
Far bollire l'acqua, aggiungere lo zucchero e farlo sciogliere, poi far raffreddare.

Bollire i finocchi e frullarli e farli freddare e aggiungere la soluzione dolce e l'estratto di vaniglia e
montare il sorbetto in gelatiera.
Oppure mettere negli stampi del ghiaccio e lasciare in freezer fino al momento che servono.
Dieci minuti prima di portare il sorbetto in tavola tirare fuori i ghiaccioli dal freezer e passato questo tempo  frullarli.




lunedì 8 gennaio 2018

Chutney di finocchi


Ingredienti

finocchi a pezzetti gr 300
cipolla 50 gr
peperoncini freschi o crema di peperoncino
aglio 1 spicchio
semi di senape gr 15
semi cumino 1 cucchiaino
zenzero in polvere 1 cucchiaino
zucchero 30 gr
aceto 50 gr
sale

Preparazione

Tagliare le cipolle, aggiungere le spezie, un po' di sale, un cucchiaino di aceto  frullare.
cuocere per 10 minuti poi aggiungere aceto, zucchero e cuocere ancora 5 minuti a fuoco basso
Aggiungere i finocchi a pezzi e far cuocere ancora circa 20 minuti.
Servire con bolliti o carni saporite.

lunedì 1 gennaio 2018

Dolce belga


Lacrime di coccodrillo ripensando a quanto ho mangiato in queste feste....
Ho perfino fatto il dolce belga, che dei parenti di Mantova hanno introdotto molti anni fa nella tradizione natalizia della nostra famiglia.
Ma perchè si chiama Belga ??
Ho scoperto che, agli inizi del Novecento,  lo ha portato a Mantova dal Belgio la signora Maddalena Cristofori che accompagnava il marito, allevatore di cavalli, il signor Anselmo Prati  che insieme al socio Mario Nuvolari andavano spesso in Belgio dove compravano cavalli per i lavori agricoli. 

Ingredienti

Panna l. 1
zucchero gr 100 + 250
cioccolato fondente gr 100
estratto di vaniglia 1 cucchiaino
uova 4


Preparazione

Sciogliere il cioccolato in poca panna. 
Montare le uova con lo zucchero, unire la panna fredda, la vaniglia e il cioccolato fuso, mescolando bene.
Caramellare gr 100 di zucchero aggiungendo alla fine un cucchiaio di acqua e versare il caramello nello stampo ad anello (stampo da 2 litri), poi versarci anche la crema al cioccolato.
Mettere  in forno caldo a 180°  e cuocere per 30 minuti da quando avrà dato segni di bollore sulla superficie. A metà cottura coprire con della stagnola.
Far raffreddare e poi tenere in frigo. Togliere dal frigo qualche ora prima di servire.
Al momento di servire scaldare sul gas la parte inferiore dello stampo in modo che il caramello si sciolga.
Facilitare l'estrazione staccando i bordi del dolce dallo stampo, aiutandosi con un coltello sottile.
Rovesciare il dolce belga in un vassoio che possa contenere anche il "sughetto" che si sarà formato. 





mercoledì 27 dicembre 2017

Cucchiaini di cioccolato

                                

Quando i dolci diventano troppi, come nelle feste natalizie,  ho una certa reticenza a proporne altri ...
Comunque per un ultimo dell'anno o per il primo dell'anno questi cucchiaini di cioccolato  potranno accompagnare bene il caffè, senza essere particolarmente pesanti.
Un piccolo assaggio dolce della crema sopra e poi col cucchiaino si può girare il caffè... Da ghiotti !

La crema sopra è fatta con del latte di mandorle dolce addensato con maizena.
I cucchiaini sono stati fatti colando del cioccolato temperato in uno stampo, comprato già preparato, che dopo questo utilizzo perderà l'oro alimentare ma resterà comunque un valido stampo per cucchiaini di cioccolato.
Per il temperaggio del cioccolato seguire sempre lo stesso schema: sciogliere il cioccolato a bagnomaria fino a farlo arrivare alla temperatura di circa 50 gradi, mettere il cioccolato su un piano freddo lasciandone  da parte un cucchiaio, spatolare fino a quando non avrà raggiunto la temperatura di 28 gradi e  infine aggiungere il cucchiaio di cioccolato caldo messo da parte.
A questo punto il cioccolato deve avere la temperatura di 31 gradi. Se è inferiore scaldare a bagnomaria un secondo.
Colare negli stampi e far raffreddare bene prima di tirare fuori i cucchiaini.

BUON ANNO !!!



Related Posts with Thumbnails