venerdì 30 aprile 2010

La cena delle stelle


Sono andata ad una cena di beneficenza promossa dall'Associazione In-oltre, cha da anni ha dei progetti rivolti al disabile, cercando di superare le barriere dell'indifferenza e proponendo iniziative per integrare le diversità.
La raccolta dei fondi della serata è stata fatta per finanziare una condivisione di vacanza estiva per 120 ragazzi disabili e non.
La cena ha visto uniti, con un lavoro superlativo, i 9 cuochi dei ristoranti stelle Michelin della bergamasca.
La generosità dei cuochi, la loro capacità di mettersi in collaborazione e confronto, la disponibilità a lavorare insieme in una nuova cucina , ha fatto sì che un progetto così meritevole venisse finanziato e che i partecipanti alla cena, come me, potessero letteralmente essere sopraffatti dalla delizia del cibo.
La cena si è svolta all'interno del Kilometro rosso, struttura progettata dall'arch. Jean Nuovel. Il centro ospita aziende , centri di ricerca, laboratori .... ed è ben visibile nel tratto autostradale Bergamo-Dalmine.

Ma veniamo alla cena. I ristoranti, stelle Michelin:
Osteria di via Solata, Bergamo
Roof Garden, Bergamo
Osteria della Brughiera, Villa d'Almè (Bg)
Antica osteria del Camelì, Ambivere (Bg)
Frosio, Almè (BG)
S. Martino, Treviglio (BG)
Anteprima, Chiuduno (Bg)
Vigneto, Grumello del Monte (Bg)
Da Vittorio, Brusaporto (Bg)

Il menù
Finger food per aperitivo
Focaccina alle olive taggiasche con filetti di alici marinate all'agrodolce
Zuppetta di novellame con fave e piselli
Sfoglioni di pasta fresca con scamorza e zucchine
Guanciale di manzo marinato al caffè e zucchero di canna con purè di patate al profumo di cannella
Buffet di dolci

I vini offerti completavano in eccellenza la cena.
Champagne Gran Crud Mesnil-sur-Oger, Franciacorta Gran Cuveè di Bellavista, Vintage Tunina di Jermann, Charonnay Lowengang di Lageder, Syrah Scrio di Le Macchiole, moscato di Scanzo di La Brugherata.....solo per citarne alcuni.

L'aperitivo è stato un trionfo. Bicchierini, cucchiaini, fritturine....pesce crudo, ostriche. Quando mangio cose che mi deliziano e non riesco a capire cosa sono, come sono fatte... mi incuriosisco, la sento come una sfida (almeno per l'identificazione degli ingredienti, non certo per la realizzazione) e tanti finger food non smettevano di stupirmi....

Il buffet dei dolci è stato fatto dai fratelli Cerea del ristorante Vittorio (hanno 3 stelle, il massimo) e cosa dire ? Chapeau ! Una muosse al caffè su una base di margherita al cioccolato (mi perdonate questa definizione?) la ricorderò per un po'.



Il piatto che mi è piaciuto di più è stata la zuppetta di novellame con fave e piselli. Vorrei provare a rifare qualcosa del genere....vedremo.

Io ho mangiato solo in 3 di questi 9 ristoranti. Il problema è che per mangiare in alcuni di loro, si spende molto...forse esagero, ma per me è così. In Italia l'alta cucina non riesce a non avere prezzi ...alle stelle !
Devo comunque dire che ho sperimentato anche delle generosità incredibili come per la nostra cena tra amici prima di Natale, fatta al ristorante La Brughiera, in un giorno di chiusura del locale, dove il prezzo e la cena concordati erano...buonissimi.
Non mi leggono in tanti, per cui spero che Stefano Arrigoni, patron del ristorante, non me ne voglia per questa rivelazione....

A Parigi mi è capitato di andare (e riandare) a Le fables de la Fontaine, mangiare da Dio e spendere mica poi tanto.... lo chef Cristian Constant ha aperto, lì accanto, un altro ristorante con una proposta meno varia e più economica, e se non bastasse dopo ancora due passi ha un bistrot, sempre affollatissimo, dove si può mangiare con ottima qualità.
A Madrid Adrià Ferran ha aperto Fast Good per avvicinare anche i giovani a una cucina di qualità...
Da noi devi fare un mutuo....

Alla fine della "cena delle stelle" i cuochi, i sommelier, sono stati applauditi, fotografati....io passavo lì vicino e mi sono "aggiunta" ad una loro foto, ah! ah!.... Sono la terza da destra.





9 commenti:

  1. Carissima, che dire! Una "stellina tra le stelle"! Bella esperienza insieme a tutti i grandi! Complimenti! Ora mettiti all'opera! Un abbraccione Annarella

    RispondiElimina
  2. Rossella cara ci hai fatto venire un languorino....! Ti sei aggiunta? Ma è il tuo posto! un carissimo saluto

    RispondiElimina
  3. Che meraviglia!!
    bellissima l'iniziativa e ottima la cena!!!

    RispondiElimina
  4. Una stellina tra le stelle,che serata ragazza mia.Altro che vip,ci metterei la firma per una cena con questi chef.Ciao viaggiatrice e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  5. Che meraviglia, ero li... peccato!!!

    RispondiElimina
  6. Mi piacciono queste iniziative, finalizzate e piacevoli. Complimenti per aver partecipato. Buon w.e. Deborah

    RispondiElimina
  7. belle queste iniziative per non parlare del menù e del buffet, adoro tutti quegli stizzichini!! si, qui in italia per andare in un ristorante "come si deve" ci vuole un mutuo, ma non solo, anche nella più semplice trattoria ti sparano delle cifre spropositate...mi chiedo perchè la realtà italiana odora quasi sempre di imbroglio!!! scusa, la terza a destra sarebbe quella alta, capelli corti e biondi?? buon fine settimana!!

    RispondiElimina
  8. Ma no ! Sono quella imboscata, la terza testa a partire da destra !

    RispondiElimina
  9. Rossella, complimenti per il tuo blog !!!
    Che bella cena, beata te che hai avuto la possibilità di stare in mezzo a tutti questi stellati. Ho sempre sentito parlare di Vittorio, è famoso fin qui da noi in Brianza.
    Ti ho vista, terza da destra...
    Un bacio.
    Virginia
    http://aisapori.blogspot.com

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails