lunedì 29 agosto 2011

Aperitivo sferificato !




Ho conosciuto Benedetta del blog “A pranzo con Bea” !!! 
In generale Pantelleria è un’isola che favorisce le conoscenze, mette in relazione persone che condividono la stessa fascinazione per questa terra aspra, ventosa, essenziale e vera …e se poi tra le affinità c’è anche la passione per il food, allora l’incontro è proprio una gioia !
Bendedetta è una curiosa sperimentatrice, vivace e piena di idee,  e con lei abbiamo provato (e riprovato) a sferificare alla Ferran Adrià  per intenderci, scusate l'immodestia… e alla fine il risultato è stato un piacevole aperitivo al tramonto !

Per sferificare è necessaria una bilancina per pesare i grammi che dopo un po’ di ricerche ho trovato in un negozio di casalinghi, e Alginato di Sodio (E401) e Cloruro bi-idrato di Calcio (E509) che si comprano in farmacia.

Per i dosaggi ci siamo attenute a quanto indicato in questo sito


Ingredienti

Campari gr 100
Alginato di Sodio gr  0,8
Una siringa senza ago
Vino bianco spumante
Acqua cc 600
Cloruro bi-idrato di calcio gr 3
Acqua per sciacquare


Preparazione

Frullare il Campari con l’Alginato di Sodio e lasciar riposare per un’ora in modo che l’aria inglobata si disperda.
L’Alginato è un prodotto naturale (estratto dalle alghe) che viene normalmente usato nella cucina industriale come addensante.
Mettere il Cloruro bi-idrato di calcio nei 600 cc di acqua e mescolare bene.
Con una siringa aspirare il Campari e metterlo a gocce nell’acqua e Cloruro e lasciare le sfere nel liquido per un minuto. Se si lasciano più tempo si addensa anche l’interno della sfera. Il nostro obiettivo è quello di fare palline con una consistenza esterna ma liquide dentro, che una volta in bocca si aprano e liberino il sapore.
Sulla confezione del Cloruro bi-idrato c’è scritto che può essere irritante ed è per questo che si sciacqua il prodotto finito, noi per sicurezza abbiamo sciacquato due volte.
Abbiamo tolto le  le nostre palline dall’acqua e Cloruro versandole in un colino e recuperando in un altro contenitore il liquido  per riutilizzarlo.
Le abbiamo poi sciacquate passando il colino con le palline  in due contenitori diversi pieni d’acqua.
….E poi  via nei bicchieri immerse nelle bollicine !
Per mantenere un legame con Pantelleria il vino era “Garca” un vino zibibbo vinificato come fosse un moscato, uno spumante forse un po' discutibile, ma adatto alla nostra sferificazione !
Alla tua Benedetta ! ancora grazie e alla prossima ! 

                               



.

24 commenti:

  1. Rossella carissima buongiorno. Ho ancora le valigie da disfare ma sono "incollata"allo schermo a guardare di tutto e di più.
    Siete state brave,tu e l'amica Benedetta, a preparare questo aperitivo.
    Dopo le vacanze nelle magnifiche isole di Pantelleria e Favignana il ritorno è stato un pò traumatico anche perchè dal 31 di agosto sarò di nuovo a scuola.
    Un abbraccio ed una bacione.

    RispondiElimina
  2. che bello questo incontro...

    RispondiElimina
  3. divertentissimo questo aperitivo da piccolo chimico!! Immagino che l'incontro debba essere stato piacevole e divertente..

    RispondiElimina
  4. ce carine queste sferette galleggianti! Davvero un incontro spumeggiante! :)

    RispondiElimina
  5. Ma prima o poi ci vengo a Pantelleria, eccome!
    Un caro saluto...
    Silvia

    RispondiElimina
  6. decisamente un incontro proficuo, non si discute!
    Sai, sono di ritorno dalle vacanze, sono stata nel negozio di Brunico che mi hai raccomandato: un vero paese dei balocchi, se non scappavo ci lasciavo anche le tasche!
    bacione

    RispondiElimina
  7. Ma sai che da più di un anno ho gli ingredienti per sferificare e non mi sono ancora decisa? Sarà che è da un po' che non ho più pazienza!
    Devo decidermi, questo aperitivo con le sferette è simpaticissimo!
    Ti abbraccio!

    RispondiElimina
  8. bellissimo...se ne impara sempre una!
    un incontro decisamente proficuo...baci

    RispondiElimina
  9. Ciao cara!
    "Aperitivo sferificato" era una definizione troppo succulenta x non venire a sbirciare di cosa mai potesse trattarsi...
    ...e giuro che mi hai lasciata a bocca aperta...è qualcosa di cui non avevo mai sentito parlare neppure x sbaglio...
    ...e che risultatòne !!!

    Bacio!

    Maddy

    RispondiElimina
  10. Complimenti! Stupende le tue creazioni, un abbraccio a te e alla magnifica Pantelleria!

    RispondiElimina
  11. Rossella, sono con gli occhioni spalancati davanti a quei bicchieri. Fare qualcosa di simile è sempre stato il mio sogno, qui "cucinare" diventa qualcosa di magico e coinvolgente...hai ragione: dove vado? Ho così tanto ancora da imparare, buona giornata :-)

    RispondiElimina
  12. Ciao Rossella e ben ritrovata! È proprio bello fare nuove conoscenze, se poi c’è una bella isola, il mare, il tramonto e un aperitivo… la ricetta è davvero completa ^__^
    Vedo che avete giocato con la chimica, il risultato è affascinante,

    RispondiElimina
  13. meraviglia, magia... un aperitivo da vera maga!!! e la cucina è magia, quindi complimenti!!!

    RispondiElimina
  14. ciao rossella, bellissimo sempre avanti anni luce, molto simpatico, grazie per la ricetta baci rosa a presto , sto risorgendo piano piano, buon week end

    RispondiElimina
  15. questo aperitivo è originalissimo! dev'essere delizioso! un bacione :)

    RispondiElimina
  16. Ciao Rossella mi hai fatto fare quattro risate.....il lancio dei pomodori secchi!!!I figli, a volte, sono dei monelli.....
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. Mi sembri "la scienzata pazza",quasi ti ci vedo a fare esperimenti e a"sferificare"!Scusa l'ignoranza ma or ora apprendo questa tecnica e tu come sempre ami sperimentare e ti riesce anche bene!!Lo berrei volentieri quell'aperitivo con te e farti i complimenti come sempre,ma da vicino!!Un bacio Mia viaggiatrice e felice di averti ritrovata!!

    RispondiElimina
  18. Eccomi qua Rossella! sono arrivata a Bologna ieri sera...e porto con me tutti i bellissimi ricordi di questa estate sull'isola del vento...che presto pubblicherò nel blog. Tra i più belli, l'incontro con te e gli esperimenti leggiadri al tramonto, che da casa tua è uno spettacolo. Lo porterò sempre nel cuore, noi che giochiamo come due "cinne", come si dice qui a Bulagna, e tuo marito Antonio che ti guarda davvero divertito e con amore :))) e poi la sera che ci siamo incontrate all'Acquamarina, come fossimo proprio abitanti dell'isola...e allora ogni tanto ci si incrocia. Ma tu, a dire il vero, un po' lo sei. A prestissimo e comunque ti seguo, ti leggo, così non mi sbiadisco...Baci!

    RispondiElimina
  19. woow che brava, un aperitivo come al el bulli, tratti molto bene i tuoi ospiti, in gamba tutte e due ragazze

    RispondiElimina
  20. Ciao cara Rossella ,
    non conoscevo questo sferificare,
    Grazie per avercelo insegnato!!Complimenti a Voi!!
    baci

    RispondiElimina
  21. ciao

    Sono venuto qui per augurare una buona settimana.

    Un bacio.

    Nita

    RispondiElimina
  22. Ottima sperimentazione, ma il vino già raccontava una interessante storia che avete reso ancora più intrigante.
    Ciao Rossella buona serata
    Baci Baci

    RispondiElimina
  23. Mi intriga questo insolito questo insolito aperitivo... complimenti siete state bravissime!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails