lunedì 21 marzo 2011

Tamarillo


Vicino a Bergamo c'è la ditta Mc Garlet che importa e commercializza solo frutti esotici.  Questa ditta ha uno spaccio dove si possono comprare, a cassette, ananas  maturi a 1 euro il kg, papaye a 5 euro il kg... insomma quasi tutto a prezzi inconsueti anche se a dosi massicce.

Il tamarillo (Cyphomandra betacea) è una Solanacea e anche visivamente ricorda il pomodoro. Il sapore ricorda pure il pomodoro ma anche il kiwi e il frutto della passione, con una nota di asprigno.
La buccia non è commestibile ed è meglio toccare il suo interno con i guanti perchè i semi sono avvolti da una polpa rossa che macchia.


Ho fatto un'insalata con la mozzarella, proprio come se fosse un pomodoro comune. L'ho sbollentato per un minuto, l'ho sbucciato e tagliato a pezzetti e  ho condito il tutto con olio, sale, pepe e origano. Il particolare sapore del frutto sottolinea la dolcezza della mozzarella, penso che si potrebbe aggiungere anche qualche cappero per aggiungere un sapore contrastante.


Ho fatto anche una composta leggera. Ho tagliato a pezzi 150 gr di frutti sbucciati aggiungendo poi 150 gr. di acqua e ho fatto bollire il tutto. Ho aggiunto 40 gr. di zucchero di canna Mascobado e ho fatto cuocere la polpa e ritirare un po' l'acqua per 20 minuti. Ho passato nel setaccio il tutto. Con questa salsa, a cui i semi hanno conferito un bel colore rosso,  ho condito una pera sbucciata.


Nel primo caso il frutto risulta avere un sapore molto profumato, più frutto che verdura da mangiare in insalata....
Nel secondo caso si sente quella nota di pomodoro che non è il massimo sulla pera...
Lascerò il resto della composta per accompagnare qualche formaggio piccante, dovrebbe essere proprio adatta.
Il frutto è interessante anche tagliato a metà, spolverato leggermente di zucchero e mangiato come un kiwi  col cucchiaino.


.

21 commenti:

  1. Iniziamo bene la settimana con queste "chicche", Rossella mandami una cassa di Tamarillo :-)

    RispondiElimina
  2. non conoscevo il tamarillo, ora che me lo hai proposto, lo proverò...complimenti!

    RispondiElimina
  3. grazie della segnalazione, mi segno tutto e non si sa mai che passando di lì ci capitii.e' aperto anche il sabato?...mi intriga molto questo piatto!

    RispondiElimina
  4. Che bella fortuna ad avere un posto così fornito, qui manco a parlarne, ottime le proposte presentate conosco il tamarillo ed è veramente buono, buona primavera e buona settimana. ciao.

    RispondiElimina
  5. Ma sai che non conoscevo questo tamarillo, ne avevo sentito parlare ma non sapevo cosa fosse!
    Grazie!
    Un caro abbraccio e una buona primavera!
    Silvia

    RispondiElimina
  6. Mai sentito questo frutto grazie per l'informazione ciao

    RispondiElimina
  7. ciao grazie non lo sapevo, buono a sapersi, non conosevo neppure questo frutto, la frutta esotica la mangio poco, ciao grazie buon inizio settimana e primavera baci rosa.)

    RispondiElimina
  8. Che bello, non lo conoscevo! Io amo la frutta esotica peccato che qui arrivi in condizioni pessime..non sai quanto vorrei mangiare, ad esempio, una papaia colta dall'albero almeno una volta in vita mia! Comunque tutte e due le versioni m'ispirano!Bacione e buon inizio primavera!

    P.S qui la violaciocca è già sfiorita!

    RispondiElimina
  9. Interessante questo frutto, mai visto prima!!

    RispondiElimina
  10. Ciao Rossella !
    Ma sai che non ne avevo neppure mai sentito parlare ?!?!?
    Grazie, scoperta interessante...lo proverò senz'altro,

    un bacio e buona primavera!

    Maddy

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo il tamarillo, mi piace come lo hai utilizzato, la composta dev'essere deliziosa, immagino come si abbini bene ai formaggi.

    Baci e buona settimana

    Giovanna

    RispondiElimina
  12. Carissima,
    appena vista la foto ho pensato a delle bacche...!
    Mai visto e sentito parlare di questo frutto!!!!
    Complimenti!!!!!
    Bacioni Annarella

    RispondiElimina
  13. beh grazie dell'informazione perchè la frutta esotica mi piace molto, non ho mai mangiato il tamarillo è molto originale come lo hai abbinato da provare

    RispondiElimina
  14. non conoscevo questo frutto e quindi imparare qualcosa di nuovo fa sempre bene!
    Baci Baci
    La foto con la mozzarella è molto intrigante!

    RispondiElimina
  15. Davvero interessanti i tuoi esperimenti: li annoto :D

    RispondiElimina
  16. buongiorno Rossella! manco da un po' e ho visto che hai fatto un altro gran bel viaggio. Brava! passiamo invece al tamarillo...è un frutto curioso, ero rimasta solo al tamarindo io...interessante la duplice sperimentazione in dolce e salato e condivido con te l'idea che la composta col formaggio potrebbe aver trovato lo sposalizio perfetto! buona giornata

    RispondiElimina
  17. Che curiosità provare il tamarillo, non lo conoscevo. Grazie per avercene parlato ^_^ ti mando un bacino,

    RispondiElimina
  18. che bella e buona descrizione...Grazie per avermelo fatto conoscere...
    ciaooo

    RispondiElimina
  19. Rossella, mi stupisci sempre, come con questo tamarillo.....
    Bravissima!!!!Da te imparo sempre qualcosa, grazie
    ciao ciao

    RispondiElimina
  20. puzzailsignorvincenzo1 aprile 2011 00:04

    Il professore esimio Vincenzo Puzza giustappunto oggi mandò il suo anziano fratello Fulgenzio a comprare del tamarillo, ma lo sventurato tornò con del Tamarindo.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails