martedì 11 ottobre 2011

Farinata




Sono nuovamente a Bergamo, e rientrando sono passata da mia sorella in Toscana che con i suoi piatti tradizionali mi ha fatto rispolverare ricette che con questi primi freddi sono coccole pure ...
La farinata è un piatto tipico della Garfagnana ed è un primo che unisce minestrone e polenta.  La mia è una farinata light, senza pancetta ...

Ingredienti

minestrone di verdure 2 litri
farina di mais 200 gr
olio,  sale e pepe
ramerino


Preparazione


Il minestrone oltre alle solite verdure, deve essere ricco di fagioli, verza, e anche di cavolo nero.
Dopo averlo cotto  frullare  e portarlo nuovamente a bollore. Mescolando con la frusta aggiungere a pioggia la farina di mais. Cuocere coperto ancora per 40-50 minuti girando spesso per non fare attaccare sul fondo.
Servire con un filo d'olio, e volendo un po' di parmigiano e una grattugiata di pepe. Decorare con ramerino !

Con questo piatto saporito e delicato, sostanzioso e appagane partecipo al contest di Federica di Pan di ramerino !



.

18 commenti:

  1. wow...ciao Rossella!
    ne avevo sentito ma no sapevo che praticamente fosse passato di verdura e polenta!
    Deve essere squisito !
    baci e buona giornata

    RispondiElimina
  2. Che buona che deve essere...con tutte quelle verdure e il famoso cavolo nero(almeno per me,da le mie parti,neanche l'ombra...)Ricchissima anche senza pancetta,è l'ideale per coccolarsi con i primi freddi!!
    Ciao mia viaggiatrice e bentornata nella tua Bergamo!!

    RispondiElimina
  3. Per me un'altra scoperta, amo le minestre con le verdure e amo la polenta, quindi...grazie!
    Domenica ho trapiantato in giardino una camelia che mi hanno regalato già grandetta e piena di boccioli, spero vada avanti, la sua aiuola l'ho cinta con dell'erica, bellissima.
    A presto, pronta la valigia per ripartire?
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  4. sai che pensavo a tutt'altra cosa leggendo il post?questo piatto non lo conosco però mi ispira moltissimo

    RispondiElimina
  5. da provare... non la conoscevo!!!

    RispondiElimina
  6. ...ciao !!!
    Mi leggi nel pensiero ?!?!?
    L'ho preparata proprio ieri sera !
    Però la mia è la versione ancora più light, proprio "base"...
    ...grazie della ricettina che proponi, non la conoscevo neppure io!

    Un bacio!

    Maddy

    RispondiElimina
  7. Anch'io come Lucy pensavo a tutt'altro... mi piace questa zuppa piena di sostanza e calore!

    RispondiElimina
  8. Oddio questo mi provoca uno choc! mi aspettavo di vedere la classica farinata di ceci e invece... comunque, qualunque cosa sia ha un aspetto ottimo!

    RispondiElimina
  9. Ahssi! Molto simile'ho mangiata anch'io, questa preparazione, cucinata da amici di famiglia, Garfagnini DOC, epperò portarono il cavolo nero dal loro orto, che qui proprio non esiste! La chiamavano polenta incavolata e l'ho trovata originale, anche se forse il DNA bergamasco mi fa amare la polenta solo in quel certo modo nostro!
    Vedo con piacere che sei tornata "alla base" se così si può dire ;) A presto dunque!

    RispondiElimina
  10. ma che buono! un vero comfort food per l'autunno che arriverà davvero!
    Serena notte carissima

    RispondiElimina
  11. ciao rossellina che bella da vedere la tua ricetta, tutti questi piatti tipici sono una squisitezza, fortunata che puoi accedere, grazie per la ricetta buona giornata rosa a presto.)

    RispondiElimina
  12. Sai che non l'ho mai fatta! Voglio provarla! Bacio!

    RispondiElimina
  13. mi sono dimenticato della garfagnana, ho fatto un post sulle castagne ma mi sono dimenticato della garfagnana, me lo hai fatto venire in mente tu con questo tuo piatto, è una zona molto bella io l'ho fatto in bicicletta e si mangia anche bene, ogni tanto coccolarsi non fa proprio così male :-)

    RispondiElimina
  14. E talmente invogliante che mi è venuta tantissima voglia di assaggiarla...visto che non l'ho mai provata...proprio buona...un abbraccio e buon we, ciao.

    RispondiElimina
  15. Esta combinación es exquisita me encanta la polenta,grandes abrazos.

    RispondiElimina
  16. Da provare! Sono a dieta per intolleranze e qui invece posso mangiare tutto! Evviva!

    RispondiElimina
  17. Questa proprio non la conoscevo pur vivendo da vent'anni in Toscana! Dal nome avevo pensato alla focaccia di farina di ceci.
    Il passato di verdure era già in programma per stasera e a questo punto non ci finiranno in mezzo i crostini :) Mi ispira un sacchissimo la tua minestra. Un bacione, buona settimana

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails