sabato 21 agosto 2010

Mustaccioli

Dolce tradizionale natalizio pantesco , i mustaccioli ormai qui si trovano anche d'estate, ed è una fortuna perchè sono buonissimi e raffinatissimi.
Hanno un sapore di dolci arabi e un profumo di miele e spezie. La loro decorazione è lavoro paziente di tante ore, di tante mani sagge e leggere che intagliano creando merletti, pizzi, foglie, svolazzi... A dicembre se una famiglia fa i mustaccioli spesso ha la collaborazione delle famiglie vicine e i mustaccioli diventano così anche motivo per stare insieme.

Mustaccioli


Ingredienti

Per il ripieno

miele 1 kg

acqua un bicchiere

zucchero un bicchiere

vino bianco secco un bicchiere

strutto 100 gr

semola 600 gr

cannella un cucchiaino

sesamo due cucchiai

mandorle tritate due cucchiai

limone buccia tritata di 1

arancia buccia tritata di 1

meglio ancora la buccia tritata di 1 mandarino

volendo anche un poco di maraschino


Per la pasta

farina 1 kg

strutto 150 gr

zucchero 150 gr


Preparazione

In una casseruola: miele, acqua, vino, zucchero, strutto, bucce degli agrumi, spezie e mandorle e portare a bollore.

Incorporare la semola e girare continuamente fino a quando l'impasto non è ben duro. Poi lasciar freddare.

Due indicazioni su miele e semola. Il miele prodotto a Pantelleria è l'ideale, è un miele profumatissimo, pieno di fraganze che poi si ritrovano nei mustaccioli, in assenza io uso il miele Ambrosoli. La semola che si usa è una semola che qui si trova al supermercato ma non ho idea se si possa trovare al nord. E' una semola più grande del semolino e più piccola del cous cous. E' la semola che si usa anche per "incrocciare" il cous cous.

Impastare la farina con lo strutto e lo zucchero e un po' di acqua fino ad avere un composto compatto e elastico. Rendere sottile con il tirapasta fino a livello 5. Tirare la pasta un po' per volta e lasciare la sfoglia che non si usa ben protetta con la pellicola trasparente in modo che non si secchi.

Con l'impasto del ripieno fare dei rotolini, poi disporne uno sopra una striscia di pasta sottile e arrotolare facendo in modo che l'impasto sia completamente ricoperto, arrotolare fino ad avere il diametro di 1 cm. Tagliare in sezioni di circa 10 cm. Lasciare la chiusura della pasta nella parte inferiore dell'anello che si andrà a formare. Tagliare un'estremità come la bocca di serpente e sovrapporre questa "bocca aperta" sull'altra estremità per chiudere.

Qui inizia il "ricamo". Bisogna munirsi di forbicina, lametta, stuzzicadenti e.... tanta pazienza e si inzia incidere, raccogliere la pasta con lo stuzzicadenti sui lati, tagliuzzare con le forbici....

Man mano che sono pronti si mettono sulla teglia coperti con un asciughino. Quando la teglia sarà completa infornare a 140 gradi per 18 minuti, o anche meno a seconda dei forni, di fatto non devono colorirsi, devono cuocere appena un attimo.

Questi sono mustaccioli preparati da esperte mani pantesche per un matrimonio


Questi sono i mustaccioli ricavati alla fine della lavorazione per utilizzare i pochi ingredienti rimasti


Questi sono i mustaccioli realizzati al corso pantesco di dolci siciliani



E questi sono i mustaccioli che ho fatto io !








17 commenti:

  1. Scorrendo il mio blogroll ho pensato: vado a vedere un pò cosa ha fatto Rossella.....e sono rimasta a bocca aperta, ho conosciuto anni fa a Trieste una signora di Linguaglossa che li faceva sempre e non mancava mai di regalarmene un bel vassoio.
    Ho appena trovato il "pistum" pensi possa andare come mix di spezie?
    Sono ammaliata dalle decorazioni, splendide, brava.
    Buona domenica :-)

    RispondiElimina
  2. Ciao carissima di Accantoalcamino, credo che l tue spezie possano andare bene, saranno spezie preparate per il dolce friulano, guarda caso anche lui natalizio, e io le impiegherei anche per i mustaccioli .Buon ricamo !

    RispondiElimina
  3. Ciao carissima, sarai la prima ad essere informata dell'esito..ce la metterò tutta ;-)
    Sono veramente un'opera d'arte, io li ho visti sempre semplici...

    RispondiElimina
  4. Mamma mia! Questi non sono semplici dolci! Sono gioielli, opere d'arte, capolavori!!!

    RispondiElimina
  5. ecco, ora mi metto a piangere!!
    Questi dolcetti per me sono il vero dolce dell'infanzia. Quanto invidio il tuo corso di dolci panteschi!!!

    RispondiElimina
  6. Oddio sono meravigliosi ma non oso immaginare il tempo e la pazienza che occorrono!!!!! Non credo di portecela mai fare!!!

    RispondiElimina
  7. Anche noi abbiamo una ricetta simile ma con forme diverse. Questi sono splendide complimenti! Un bacio

    RispondiElimina
  8. Cara Rossella, altro che strudel...!
    Non ho parole...! Sono opere d'arte...!
    Bravissimissima!!!
    Un abbraccione Annarella

    RispondiElimina
  9. grazie per l'offerta dei mustaccioli, ma ho già incaricato mia zia che me li porterà in settimana in ritorno dall'isola.
    Ma piuttosto da foodblogger a foodblogger, non è che posteresti la ricetta dei ravioli dolci???
    E non che che si riesce a trovare lo stampo per fare i "baci" (quello a forma di farfalla??)
    ci scriviamo via mail?? non ho trovato la tua!! :)

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia!! Quanto sono belli, delle opere d'arte!!Bravissima cara Rossella un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia! Spazio alla fantasia... e a mani abili!

    RispondiElimina
  12. Ma sono meravigliosiiiiiii, bravissima!!!

    RispondiElimina
  13. Sei strepitosamente brava. Bellissimo trovare un blog dove i piatti della mia terra sono presentati con tanta arte, piacere di conoscerti

    RispondiElimina
  14. Che spettacolo! ti son venuti uno spettacolo!:)
    Pensa che ho preso il pistum con Libera (accantoalcamino) magari ci provo pure io:)

    RispondiElimina
  15. ..in ritardo posso solo accodarmi alla lunga lista di complimenti per i meravigliosi mustaccioli e per le spendide foto che rendono loro il massimo onore
    brava Rossella
    alla prossima
    un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Stavo cercando delle ricette con i fiori ed ho trovato il tuo blog, sei bravissimaaa!!! Ho visto le fotografie dei mustaccioli, sono piccoli capolavori. Da qualche giorno sono a dieta ma devo dire che mi hanno fatto venire l'acquolina in bocca, per non parlare poi della cassata e cannoli: complimenti, ciao Nirvana

    RispondiElimina
  17. Ci credi Rossella che questo Natale ho avuto la fortuna di assaggiare questi splendidi dolci? Arrivat direttamente da Pantelleria! Quando li ho scartato mi sono ricordata di quelli visti qui e ora ne conosco anche il sapore!

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails