lunedì 19 agosto 2019

Sorbetto di anguria gialla

                                 

Qui a Pantelleria si gioca anche con i colori. Ho fatto un sorbetto con un'anguria dalla polpa gialla e dolcissima e leggermente più delicata come sapore.
Ho tagliato l'anguria recuperando la polpa, l'ho leggermente frullata, poi passata al colino o al setaccio, e ho montato in gelatiera il succo ricavato. Senza aggiunta di niente.
Chi non ha la gelatiera  può mettere in succo negli stampini del ghiaccio e una vota ghiacciato si può frullare fino ad ottenere una granita o, aggiungendo un cucchiaino di acqua, un pastoso sorbetto.

lunedì 12 agosto 2019

Gamberi rossi del canale di Sicilia e zucchine


La ricetta è semplice e potrebbe passare inosservata se non per il particolare modo di cuocere le zucchine che dà al piatto un sapore più intenso di gamberi.


Ingredienti

gamberi rossi
zucchine
limone
olio, sale e pepe


Preparazione 

Pulire i gamberi. Bollire il carapace e le teste (alle quali saranno stati tolti gli occhi perchè rendono amaro il brodo)  in poca acqua salata. Scolarli e tenere il liquido.  Affettare le zucchine a julienne o a fettine sottili e scottarli nell'acqua di cottura delle teste dei gamberi. 
In padella scottare i gamberi e condirli con olio, sale e pepe. Condire anche le zucchine con olio, limone, sale e pepe e comporre il piatto.

Quando a Pantelleria c'è un forte  vento di maestrale si va a fare il bagno a Martingana, una cala completamente protetta e rifugio anche, nelle acque lì davanti, di pescherecci in attesa che il vento cali per poter riprendere la pesca.
Una volta che eravamo lì abbiamo visto partire un gommone ed andare verso quelle barche e ci siamo resi conto che avveniva uno scambio: portavano birre fresche e riportavano gamberi, di quelli del canale di Sicilia congelati a bordo. Poi un'altra barchetta con una cassetta di fichi è ritornata con un vassoio di gamberi. Poi ancora un gommone con una cassetta di uva e al ritorno anche loro avevano dei gamberi. I proprietari delle case vicine stavano facendo provviste !
Invidia, profonda invidia, eravamo senza barca e senza merce di scambio !
Il signore di un gommone si è offerto di andare per noi e non avendo altro che dei solari abbiamo pensato che un po' di euro forse erano meglio per cercare avere un po' di gamberi, e così è stato. Siamo tornati increduli dal mare con nostro plateau di gamberi e li abbiamo cucinati con Maria del blog "Panza e presenza" che quell'anno era a Pantelleria.
Potenza della noia dei marinai in attesa di buon mare ....

                                        
                                                                          (Cala Martingana)



lunedì 5 agosto 2019

Friselle

                                         

Nella ricerca di piatti freschi e non laboriosi ho fatto queste friselle condite con pomodoro, acciughe, formaggio di capra e accompagnate da avocado e pomodori.


Ingredienti

Friselle
pomodori maturi
acciughe
formaggio di capra
pomodori da insalata
avocado
olio, sale e pepe


Preparazione

Tenere in ammollo in acqua le friselle qualche minuto, fino a quando avranno perso la loro durezza. Strizzarle un po' con le mani cercando di non romperle e disporle sul vassoio.
Tagliare i pomodori maturi a dadini, condirli con olio, sale e pepe e lasciarli un po' a macerare. Condire le friselle con i pomodori, aggiungere delle scaglie di formaggio di capra e due acciughe per ogni frisella. Un filo d'olio sopra e sono pronte.
Tagliare a dadini l'avocado e disporlo sul vassoio con intorno dei filetti di pomodori da insalata.

Alba a Pantelleria

                                 

                                 

                                 

                                 

                                 

                                 

                                 

                                 

                                 





lunedì 29 luglio 2019

Ceviche di ricciola

                               

Il pesce deve essere fresco, appena pescato, e tenuto in freezer per almeno una settimana; questo tempo garantisce sicurezza da eventuali parassiti anche a chi, come me, non ha l'abbattitore.


Ingredienti

pesce ricciola (filetti)
cipolla rossa
lime
peperoncino
mela Granny Smith
gazzosa
olio e sale


Preparazione

Tagliare la mela a fette sottili e poi a listarelle e poi tenerle in infusione nel succo di lime per qualche ora.
In una ciotola mettere 3/4 di gazzosa, 1/4 di succo di lime e salare.
Tagliare il pesce a quadretti non troppo piccoli e metterlo in infusione nella gazzosa e lime per circa mezz'ora.
Pulire il peperoncino dai semi e affettarlo molto sottile.
Affettare la cipolla e metterla per 10 minuti in acqua fredda.
Scolare il pesce, aggiungere il peperoncino, la cipolla, le listarelle di mela e salare.
Terminare con un filo d'olio e volendo anche un po' di pepe.


                                  
                                                              (Donzella pavone)


                                 
                                                                      (Corvine)

                                 
                                                                  (piccoli di Sarpa)



lunedì 22 luglio 2019

Gazpacho e crema di sedano

                                 

Ingredienti

pomodori gr 500
peperone rosso gr 50
cipolla gr 15 + 20
sedano gr 200
cetriolo gr 60
aglio 1 spicchio piccolo
aceto 1 cucchiaio
pangrattato 6 cucchiai circa
sedano gr 200
olio, sale e pepe


Preparazione

Mettere i pomodori in acqua bollente per pochi secondi e poi sbucciarli e togliere anche i semi.
Frullare i pomodori con 15 gr di cipolla, il pezzetto di peperone, il cetriolo e l'aglio. Aggiungere un po' di olio, l'aceto e un po' di pangrattato fino a dare consistenza al frullato. Mettere a raffreddare in frigorifero.

In poco olio appassire la cipolla e cuocervi il sedano precedentemente frullato. Aggiungere sale e pepe. Cuocere per 10-15 minuti aggiungendo se necessario un poco di acqua. far raffreddare e mettere in frigorifero.

Al momento di servire versare il gazpacho nei bicchieri e ricoprire con la crema di sedano.

                                

Il pesce angelo o pesce civetta è abbastanza diffuso a Pantelleria. Incantata dai suoi colori, dalle sue forme inaspettate e dall'incuranza per la mia presenza ho nuotato con lui per una buona mezz'ora.

                                

                                

Quando non ha le pinne laterali aperte sembra un pescetto come tanti.

lunedì 15 luglio 2019

Crema di piselli con "rice ball"

                             
Ho trovato un attrezzo che si chiama "rice ball" che permette di fare delle palline di riso tutte uguali che potranno rendere più attraente un primo decisamente semplice.

Ingredienti

per cinque persone:
Riso tipo Originario gr 150
zafferano 1 bustina
peperoni e zucchine per decoro
piselli congelati gr 500
cipolla
sale e olio


Preparazione

Cuocere il riso in acqua bollente con lo zafferano.
Ritagliare da un peperone cotto e da una buccia di zucchina sbollentata eventuali decori.
Condire il riso cotto con poco olio e procedere col "rice ball" a formare la palline avendo l'accortezza di mettere il decoro sul fondo.


Queste palline di riso si possono preparare anche ore prima e poi scaldare leggermente in forno.
Cuocere qualche fetta di cipolla in poco olio e poi cuocervi insieme i piselli, aggiungendo acqua e sale.
Frullare i piselli e servire la crema in una fondina con sopra le palline di riso.
Un filo d'olio sulla crema e si può portare in tavola.




lunedì 8 luglio 2019

Quindim


Si pronuncia kindim ed è un dolcetto portoghese.

Ingredienti

cocco in polvere gr 150
acqua 3 cucchiai
lime succo di 2
tuorli 6
zucchero gr 150 
latte condensato gr 400
mandorle in polvere 1 cucchiaio


Preparazione

Mescolare il cocco con acqua e succo di lime. Lasciare riposare per 10 minuti poi aggiungere i tuorli, lo zucchero e le mandorle. Mescolare e aggiungere il latte condensato. Mescolare bene.
Imburrare gli stampini e spolverarli con farina o zucchero e riempirli con l'impasto per poco più di metà.
Cuocere a bagnomaria in forno caldo a 180° per 40 minuti.


lunedì 1 luglio 2019

Anguria e ananas

                                    


Semplicemente delle fette di anguria con degli intarsi di ananas fatti con gli stampini da biscotti.
Servire il tutto ben freddo !!!



lunedì 24 giugno 2019

Pan di Spagna con frutta caramellata

                             

Ingredienti

Per il pan di Spagna
uova intere 200 gr
tuorli 100 gr
zucchero 117 gr
farina di riso 117 gr
fecola di patate 50 gr
olio di semi 30 gr
vaniglia 1 bacca
limone, buccia grattugiata di mezzo

Per la frutta
ananas
ciliegie 
zucchero
Alchemens


Preparazione

Il giorno prima preparare il pan di Spagna. In un pentolino mescolare le uova con i tuorli, aggiungere zucchero, vaniglia (se non si ha l'estratto  aprire un baccello e utilizzare i semini interni)  e mettere sul fuoco mescolando di frequente  fino a portare tutto alla temperatura di 45°.
Togliere dal fuoco e montare a lungo fino a quando non sarà bello gonfio. Aggiungere buccia di limone, l'olio e la fecola e la farina di riso setacciate. Mescolare con delicatezza.
Mettere della carta da forno su una teglia abbastanza larga, imburrarla, spolverare con la farina di riso e versarvi il composto. Infornare a forno caldo a 200° per 20 minuti.
Lasciar raffreddare e con degli stampini ritagliare dei dischi di pan di spagna.

Snocciolare le ciliegie e saltare in padella con un po' di zucchero fino quasi a caramellare.
Tagliare a cubetti l'ananas e saltare in padella con un po' di zucchero.
Bagnare il dischi con l'Archemens e disporre sopra la frutta caramellata.



lunedì 10 giugno 2019

Liquore con noccioli di nespole

                            

E' un liquore che assomiglia un po' all'amaretto di Saronno.



Ingredienti

noccioli di nespole gr 250
alcool gr 500
zucchero gr 150
acqua gr 500


Preparazione

Mettere in infusione in alcool i noccioli per 40 giorni in un barattolo di vetro ben chiuso.
Passati 40 giorni bollire lo zucchero con l'acqua e lasciar raffreddare.
Filtrare l'alcool e buttare via i noccioli. Unire alcool e acqua zuccherata e mescolare bene.
Se risultasse troppo forte di gradazione alcolica aggiungere un po' d'acqua.
Lasciar riposare ancora per 15 giorni.



lunedì 3 giugno 2019

Mandorle caramellate lucide

                                         

Ingredienti

mandorle gr 200
zucchero gr 200
acqua 1 bicchiere


Preparazione

Mettere tutto in una padella larga e cuocere a fuoco medio. Quando lo zucchero si sarà sciolto incominciare a girare in continuazione, spengere il fuoco e continuare a girare fino a quando lo zucchero caramellato non avrà aderito bene alle mandorle.
Mettere le mandorle su un paio di piatti piani, smuoverle in modo che non si attacchino al piatto, e quando saranno meno appiccicose, con una spatola appiattirle il più possibile. Appena si saranno  raffreddate con una forchetta staccarle in modo da avere delle singole mandorle




lunedì 27 maggio 2019

Polpettone estivo



Semplice semplice ... da consumare tiepido e accompagnato da una salsina fatta con un trito di prezzemolo , basilico, origano e capperi e volendo anche un mezzo spicchio di aglio; tutto ben tritato.

Ingredienti
carne di manzo tritata 300 gr
carne di vitello tritata 300 gr
carne di maiale tritata 300 gr
ricotta 300 gr
uova 3
parmigiano grattugiato 50 gr
sale, pepe e noce moscata


Preparazione

Amalgamare tutti gli ingredienti, dare la forma di un polpettone, incartare in carta da forno e cuocere dentro a una pirofila in forno caldo a 180° per un ora e mezzo. Lasciar intiepidire e tagliare a fette. Da servire tiepido.

Per la salsina il prezzemolo deve essere di più rispetto al basilico, i capperi devono essere dissalati per almeno un'ora in acqua, le dosi saranno le vostre....

lunedì 20 maggio 2019

Carote !

                             










 







Tristi periodi di dieta, poca cucina, pochi amici a cena, attacchi di fame distruttivi poi si ricomincia ...  Le carote con questi bei colori danno allegria... e nessuno mi dica che le carote non sono la verdura più indicata per la dieta !!! Lo so.

Tanti anni fa, quando facevo l'orto avevo preso i semi di queste carote variopinte in Inghilterra da Thomson & Morgan, avete mai visto il loro catalogo ? Tutte le varietà del mondo ! Un'infinità di semi sia di verdure che di fiori....



lunedì 13 maggio 2019

Piselli duchessa



Come le patate duchessa ma a base di piselli....


Ingredienti

piselli freschi
cipolla
parmigiano
noce moscata
olio, sale e pepe
uova
pomarola


Preparazione

Insaporire un po' d'olio con la cipolla e poi cuocervi i piselli, salare. Se occorre aggiungere un po' di acqua per finire la cottura. Far raffreddare.
Frullare i piselli e aggiungere un po' di parmigiano grattugiato, un pizzico di noce moscata e di pepe, e un uovo sbattuto. Amalgamare il tutto e metterlo in un sac a poche.
In una teglia ricoperta da carta da forno formare dei ciuffetti che andranno poi cotti in forno caldo a 180° per circa mezz'ora.
Accompagnare con dell'ottima pomarola calda.




lunedì 6 maggio 2019

Pasta rosa

                               

Come si fa a resistere a una pasta di colore rosa, dove tra gli ingredienti c'è scritto "petali di fiori di ciliegie" (oltre che coloranti... ) ?
Non si può resistere. Mi sono ricordata del film "Sogni" di Akira Kurosawa dove c'era un'episodio memorabile con ciliegi in fiore....
Una poesia questi spaghetti giapponesi. Li ho conditi con una salsa a base di rabarbaro e pancetta.
La nota agrumata del rabarbaro rende fresco il piatto, la pancetta dà grinta alla salsa.


Ingredienti

Tagliatelle rosa
rabarbaro 2 gambi
pancetta gr 70
cipolla
piselli
olio, sale e pepe


Preparazione

Pulire i gambi di rabarbaro senza togliere i filamenti esterni rosa. Mi piaceva che il piatto avesse un rosa diffuso, interrotto solo dal verde brillante di qualche pisello.
Tagliare il rabarbaro a quadretti e farlo appassire in olio con pochi fili di cipolla.  Aggiungere sale e pepe.
Aggiungere la pancetta e continuare la cottura ancora per pochi minuti.
A parte cuocere il olio e poca cipolla i piselli.
Bollire la pasta in acqua salata, scolarla e condirla con un filo d'olio.
Servire la pasta con in parte la salsa e il decoro di piselli. Ognuno poi mescolerà gli ingredienti.

                                               

lunedì 29 aprile 2019

Timpano di scammaro 2

                                

Questo piatto della tradizione campana, di fatto è un bel timballo (timpano) di spaghetti,  un piatto di magro (scammaro) ma ben condito con  calamari, vongole, cozze e gamberi.
Si prepara prima e si sforma all'ultimo minuto, comodo e pratico.
Utilizzare un tipo di pasta che regga bene la cottura.


Ingredienti

spaghetti kg 1 
vongole (lupini) kg 1 e mezzo
cozze kg 1 
gamberi 20
calamari kg 1 e mezzo
albumi 2
pomodori 
olio
aglio
origano
carota, cipolla, sedano


Preparazione

Pulire e tagliare a piccoli pezzi i calamari e farli rosolare con un trito di verdure, o con qualche cucchiaio di dado vegetale. Cuocerli per circa un'ora e mezzo aggiungendo se necessario un poco di acqua.
Cuocere la pasta  piuttosto al dente e condirla con i calamari. Lasciar raffreddare.
Rivestire uno stampo piuttosto alto con la carta da forno (bagnata e strizzata).
Sul fondo dello stampo disporre i pomodori tagliati a fette, condire con sale e origano.
Prima di infornare aggiungere alla pasta gli albumi d'uovo sbattuti e mescolare bene.
Cuocere in forno a 180 gradi per 30 minuti.
In olio e con tre spicchi d'aglio far aprire le cozze.
In un'altra pentola sempre con olio e spicchi d'aglio far aprire le vongole.
Mettere da parte i frutti di mare e recuperare il liquido di cottura facendo attenzione a buttare via l'ultima parte che potrebbe contenere impurità.
Unificare il liquido di cottura dei due frutti di mare, metterci sia le vongole che le cozze e scaldare.
Cuocere solo pochi secondi per parte i gamberi e unirli ai frutti di mare.
Sformare il timballo di pasta e versarci sopra i frutti di mare.





lunedì 22 aprile 2019

Bicchierini come piantine

                                

Divertente ! Giardinaggio in cucina.


Ingredienti

cioccolato amaro 70% gr 250
panna gr. 230
nocciole gr 50
zucchero gr 50
burro gr 50
farina gr 50
cacao amaro 3 cucchiai
rametti di menta


Preparazione

Scaldare la panna e scioglierci dentro il cioccolato, mescolare fino a ad avere una crema morbida e lucida.
Tritare a farina le nocciole, poi mescolare (poco) con tutti gli altri ingredienti del crumble,  stendere l'impasto su una teglia e cuocere in forno a 150° per 35 minuti.
Mettere la ganache di cioccolato sul fondo dei bicchierini e far freddare. Non mettere i bicchierini in frigorifero perchè la ganache tenderebbe a solidificarsi troppo.
Spezzettare il crumble di cacao sopra la ganache come se fosse "terra".
Decorare con un rametto di menta infilato dentro i vasetti.


lunedì 15 aprile 2019

Segnaposto tavola di Pasqua


 Ho fatto delle mezze uova di cartapesta rivestendo  dei palloncini gonfiati con strati di carta da cucina bianca stracciata e applicata con la colla vinavil appena diluita. Serviranno circa 5-6 strati.
Una volta asciugato il tutto si rompe e si toglie il palloncino e poi si taglia il bordo con delle punte come un uovo che si sia appena schiuso.
Per dare stabilità all'uovo ho arrotolato delle pagine dei quotidiani e le ho intrecciate in piccoli cerchi che poi  ho dipinto di bianco.
All'interno ho messo una piantina  di alisso, una pianta perenne che messa poi anche solo nel bordo di un  altro vaso rifiorirà anno dopo anno.


                                

                                

lunedì 8 aprile 2019

Pasqua





Qualche idea per Pasqua. 
L'agnello che accompagna il prosciutto è fatto con la ricetta della pizza al formaggio marchigiana tipica di Pasqua.
Ovetti di quaglia con il ripieno fatto con il rosso dell'uovo tritato con capperi e tonno.
Crema di piselli con decori pasquali fatti utilizzando le formine tagliabiscotti e parmigiano (scaldare bene una padella, metterci la formina e all'interno qualche cucchiaino di parmigiano, quando incomincia a fondere togliere dal fuoco, aspettare che si freddi un po' e poi prendere il parmigiano con una spatola).
Ovetti Kinder con crema pasticciera, lamponi e kiwi.


lunedì 1 aprile 2019

Parigi

Sono appena tornata e questa volta mi sono concessa tante cose... tipo andare da Pierre Hermè; in passato la coda che c'era sul marciapiede mi aveva fatto desistere....
Il suo uovo di Pasqua quest'anno è per metà argentato e quella parte si alza e si apre ad un altro uovo più piccolo all'interno, come una matrioska.
Una ricchezza di macarons ... ma anche macarons grandi, come l'Ispahan, con all'interno lychees, lamponi e rosa... delizioso il rimando all'Iran con quel gusto di rosa.

                                                  

                                       

Da Michalak, nel Marais, abbiamo preso un vasetto da asporto che abbiamo gustato sulle panchine della piazzetta lì vicina.

                                                

Da Jacques Genin, in Rue du Bac,  ho preso delle gelatine di frutta da regalare, stupende nella loro scatoletta di latta.  Mi sono innamorata  delle uova (guscio vero) riempite di ganache di cioccolato e granella di nocciole.

                                          

Sempre in Rue du Bac c'è Conticini con la Patisserie des Revês. Un Paris Brest era doveroso, peccato la Saint Honorè non la facciano sempre ....

                                           

In Rue du Bac c'è anche Angelina ma una cioccolata calda era troppo .....

Nel Marais ho trovato un negozio tutto di éclairs... difficile scegliere ! L'éclaire de Gènie di Christoph Adam.

                                          

                                         

Sempre nel Marais mi ha stupito Le Comptoire des poivres, un negozio pieno di pepe proveniente da tutte la parti del mondo e con tanti altri prodotti giapponesi.

                                          

                                           

E poi i negozi di casalinghi... che spettacolo ! Tutte cose interessantissime !

                                           

                                          

                                          

                                                  

                                                  
A volte anche no.

                                         

Dei  musei che abbiamo visitato cito solo la Fondazione Louis Vuitton nel parco del bois de Boulogne, una grande nave a vele spiegate ad opera di Frank Gerhy, che ospita fino a giugno la Collezione  Courtauld proveniente da Londra: impressionisti, impressionisti e impressionisti !

                                          

                                           

Quello che mi aveva portato a Parigi era la mostra del fotografo Sebastião Salgado al museo de l'Homme. Mostra fatta per i 70 anni della carta universale dei diritti dell'uomo. Una mostra troppo piccola per le mie aspettative.... C'è un film su Salgado, fatto da Win Wenders, "Il sale della terra", bellissimo !

                                      
                                         (donna indiana che scava terra per la costruzione dei canali)

                                      
                                                        (profughi vietnamiti in Francia)




Related Posts with Thumbnails